scrivi alla redazione > 
 Fame di favole - 3 maggio 2005  
in questo numero:
Sommario
Fame di Favole
Nativo inaugura la nuova sezione dedicata alle favole per bambini, uno spazio curato da Eva Laura Testa.
Raccoglieremo qui favole inedite o ispirate ad antichi racconti africani, che verranno illustrate dai disegni dei bambini che ce li invieranno.
Le favole verranno tradotte anche in inglese e in swahili per essere raccontate ai piccoli di Watamu che potranno illustrarle con i loro disegni.
Un libro virtuale che speriamo possa essere presto pubblicato con l'aiuto di tutti.

In dettaglio... In dettaglio...
Kazin il pazzariello di Eva Laura Testa
- Kazin, venticello pazzariello, vuoi smetterla con questo soffio infernale, non vedi quanta sabbia e foglie stai sollevando? con tutto questa aria non riesco a sistemarmi- le disse adirata mamma Dharuba che civettuola cercava di sistemarsi un ciuffo di capelli

-uffa mamma mi annoio- disse Kazin, -qui non succede mai niente e io non ho niente da fare- riprese ancora Kazin,

Kazin, era un piccolo venticello caldo che viveva nelle coste di Keniandola, era figlio del grande Upepo, signore dei venti molto conosciuto e rispettato in tutta KENIALANDIA e dalla bellissima Dhareba.
Papa Upepo era ammirato e temuto da tutte le forze della natura, dai mari, dalla foresta, e dagli animali.
Il piccolo Kazin, incominciava ad imparare il mestiere di venticello, il suo sogno era quello di diventare un vento importante e conosciuto ovunque come suo padre, la sua fama doveva arrivare nei posti piú sconosciuti e lontani della terra e per questo doveva allenarsi, non smetteva mai di soffiare, soffiava a destra e a sinistra, da su a giù, soffiava mentre volteggiava vertiginosamente disegnando con aggraziati movimenti delle forme mai viste, con dei contorni incredibili. Il cielo diventava un circo di fantasia e di magia.

In dettaglio... In dettaglio...
"Il drago ballerino" di Sandra Di Leo 8 anni
C'era una volta un drago che ballava sempre, non stava mai fermo. Il drago, quando andava a lezione di danza classica, era felicissimo! Ma un giorno, quando andò a lezione, si mise il tutù, ad un tratto starnutì e con una grande fiammata si bruciò tutto il tutù

In dettaglio... In dettaglio...
"I 5 kalzini" di Sandra Di Leo 8 anni
C'erano una volta cinque calzini di cui uno era sempre puzzolente.
Il calzino puzzolente era di una bambina molto simpatica.
La mamma della bambina lavava, lavava, lavava sempre quel calzino.
La bambina credeva che il calzino lo faceva a posta e diceva sempre: "Mamma lo fa a posta"
La mamma rispondeva annoiata: "No"

In dettaglio... In dettaglio...
"Flipper e Camilla" di Sandra Di Leo 8 anni
Flipper e Camilla erano due delfini.
Quando nuotavano il mare era sempre mosso.
Un giorno, nuotando, arrivarono in Sardegna.
Nelle acque cristalline dell’isola si specchiavano e, felici di aver trovato finalmente un mare calmo, giocavano con altri pesci ed anche con i bambini!!
giorno, purtroppo, un’onda anomala, mandò Flipper e Camilla nel paese di prima.


In dettaglio... In dettaglio...
"I delfini salterini" di Sandra Di Leo 8 anni
C’erano una volta due delfini, uno che saltava sempre, l’altro mai.
Erano un maschio e una femmina.
Il maschio era molto furbo, mentre la femmina era intelligente.
Un giorno, il delfino maschio voleva andare alla gara di salti, ma non sapeva saltare.

In dettaglio... In dettaglio...
"Il Drago Bambù" di Sandra Di Leo 8 anni
Il Drago Bambù
Tanto tempo fa viveva sulla Terra il drago Bambù.
Era un gran lettore di storie sui pinguini e se finiva un libro ne comprava altri 4, a casa aveva 300 libri e passa, ma ne aveva letti soltanto 50 (esagerato).
Era anche molto buffo e divertente, infatti faceva facce buffe da ogni parte, anche per strada e in città sconosciute.
Amava lavorare ei suoi risultati erano Ottimi.
Non aveva mai freddo e per rinfrescarsi, comprava 84 ventagli l’anno.

In dettaglio... In dettaglio...
"I delfini innamorati" di Sandra Di Leo 8 anni
C’era una volta un delfino che non sapeva mai che cosa fare.
Un giorno, il delfino trovò un delfino femmina che, anche lei non sapeva cosa fare.
Un giorno il delfino maschio e il delfino femmina trovarono una barca che puzzava di gorgonzola.
Il giorno dopo trovarono una freccia che indicava destra su cui era scritto“Porto.”

In dettaglio... In dettaglio...
Mandorlina e i fiori di Chicca
Mandorlina e i fiori di Chicca è una favola sulla scoperta dell'unione tra gli uomini e tra le case e della felicità attraverso la gioia degli altri.
"Mamma, mamma..." gridò Chicca dalla porta di casa "mamma, anche oggi ci sono, vieni a vedere" e senza aspettare che la mamma si affacciasse si chinò e raccolse quel pugno di caramelle che anche quel giorno aveva trovato davanti alla porta di casa.
Chicca aveva dodici anni e andava a scuola. Non era particolarmente brillante ma aveva un cuore grande e riusciva sempre a fare in modo che nessuno si lamentasse di lei.
Aiutava la mamma

In dettaglio... In dettaglio...
"Un viaggio sulla luna" di Francesca Silvestri 11 anni Venafro (IS)
Lontano, ma molto lontano c'è un continente chiamato America...ed è in questo così vasto continemte che avvenne questa incredibile storia.
"volete saperne di più? ...Allora non andate via"
In una giornata d'inverno, grossi fiocchi di neve coprivano il Paese di Simpatilandia, un paese tranquillo di poche case...finchè non arrivò una famiglia che subito fece amicizia con tutti con la sua simpatia e disponibilità. Sapevano fare molte cose, costruire tavoli, sedie, armadi e tante ma tante altre cose. Tutto il paese li ammirava per la loro abilità.

In dettaglio... In dettaglio...
"Una torta molto ma molto biricchina" di Eva Laura Testa
Polpettina, uno dei nostri personaggi, era un bimbo paffuto e cicciottello, molto goloso e sempre pronto a mettere qualcosa sotto i denti.
Un bel giorno aveva una gran fame e decise di fare una torta e così si mise all'opera; aprì il frigo e cominciò a tirare fuori uova, latte, burro...poi andò in dispensa, ma quando aprì la porticina, una valanga di biscotti al cioccolato e alla vaniglia, montagne di mandorle e miele, merendine, brioches, barrette di tutti i tipi e marche lo coprirono lasciandolo senza fiato.
-...ma uffa...- sbuffò - dov'è lo zucchero ?

In dettaglio... In dettaglio...
"Perrin...Vola...Vola...Vola..." di Eva Laura Testa
Il nostro Perrin era un giovane piccolo cane con delle lunghissime orecchie, che trascorreva la sua vita tranquilla e spensierata nella grande casa di campagna della signora Sbadata…la sua padroncina.
Sbadata, la sua padroncina, aveva sempre la testa fra le nuvole, ne combinava di tutti i colori, si pettinava con la forchetta pensando fosse un pettine, si mangiava il cibo di Perrin al posto dei corn flakes e altre amenitá.
Un giorno andò a fare la spesa con il suo pigiama a pois, i calzettoni colorati, la cuffia per fare la doccia in testa e il guinzaglio di Perrin…

In dettaglio... In dettaglio...
"Quel monello di Eleggùa"di Francesca Silvestri 11 anni Venafro (IS)
Olofi, il grande papa delle divinità della foresta, stava comodamente seduto in una nuvola molto soffice e molto in alto.
Da lì osservava divertito la scena,
-guarda quel monello di Eleggúa,sempre pronto a fare dispetti ai suoi fratelli-
Changó, dio del fuoco, dei lampi e dei tuoni, dormiva tranquillamente sulla riva del fiume. Nel silenzio della foresta si sentiva solo il suo russare…orrrrrr orrrrr orrrrr.
Nel frattempo Eleggúa si divertiva a correre i 100 metri contro una lumachina, quando sentì il russare di Changò gli venne una

In dettaglio... In dettaglio...
Scriveteci bambini...pubblicheremo on-line i vostri lavoretti!
Messaggio per i piccoli!!!
Se volete scriverci o inviarci i vostri pensierini e i vostri disegni, li pubblicheremo sul sito di Nativo.
Scrivete a: Eva Laura Testa
santeraye@excite.it

In dettaglio... In dettaglio...
powered by Teleskill